One thought on “Per un nuovo capitalismo, più utilitaristico, quindi sociale

  1. Maurizio La Rosa

    Se è vero, come è vero “che tra le principali cause delle attuali tensioni sociali internazionali, incluso il terrorismo di matrice islamica, vi sia la distanza di benessere economico tra le diverse regioni, i diversi paesi, i diversi popoli”, la storia, la realtà ha già dimostrato che donare, dico donare, 30 miliardi del proprio patrimonio non è la strada giusta per eliminare il cancro del capitalismo. Si tratterebbe di guarire la malattia ricorrendo ad una ricetta tipica, propria del capitalismo: la mancanza di regole, liberi di accumulare ricchezze, liberi di ridistribuirle se se ne ha voglia.
    Donare, fare beneficenza non ha mai eliminato le differenze socioeconomiche.
    Quando Bill Gates accumula un patrimonio come il suo, ha creato già un danno enorme all’intera economia mondiale, all’intera umanità..
    L’accumulazione di tali patrimoni crea gravi squilibri nei mercati e nei mercati finanziari e a cascata nelle economie, favorendo l’ulteriore sfruttamento delle popolazioni.
    Occorrono leggi, accordi internazionali tra stati, occorrono stati ed organismi internazionali che siano capaci di farle rispettare.
    Ma io che propongo leggi già so che, per quante leggi valide ci saranno, avremo sempre capitalisti che riusciranno ad accumulare ricchezze, nascondendole magari sulla ….Luna. Se rendiamo obbligatorie le società benefit e non avremo leggi valide, non avremo risolto il problema.
    La lotta alle disuguaglianze non si vince mai una volta per tutte, ma si deve combattere giorno dopo giorno.
    Maurizio La Rosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *